Archivio tag | Molto testa

Oppure a masturbarmi (parte seconda)

CLL’idea di legare un comportamento immorale al rischio o alla certezza di una malattia è molto più antica di quanto si possa pensare e, dunque, non nasce certo per tenere lontani gli adolescenti dalla masturbazione o dai rapporti prematrimoniali o per convincere le persone che amano persone del loro stesso sesso a reprimere i loro sentimenti e a vivere clandestinamente la loro esistenza affettiva e sessuale. Continua a leggere

Un giorno il vento ti spazzerà via? (Appendice a Dalla paura al mito di sé)

1.
Urge trovare un accordo sulla perdita di significato del termine “fobia”: omofobico dovrebbe significare “che ha paura della omosessualità” e invece descrive l’atteggiamento di repulsione, rifiuto, aggressività, ecc… nei confronti di chi è omosessuale e nei confronti della omosessualità in genere. Continua a leggere

Dalla paura al mito di sé (quinta e ultima parte)

La ragione che, tra le altre, spiega il successo delle strategie di costruzione della paura, di riduzione degli spazi di libertà e di ampliamento delle forme di controllo sociale nelle società orientate al successo individuale (caratterizzate anche da una pervicace avversione nei confronti della razionalità) è molto semplice: non c’è soggetto plurale che non idealizzi se stesso. Continua a leggere

Dalla paura al mito di sé (quarta parte)

In La violenza invisibile Slavoj Zizek definisce post-politico questo lungo periodo storico che stiamo attraversando: nella definitiva rinuncia alle grandi cause ideologiche, nella deriva da piccoli amministratori della vita quotidiana c’è tutta la de-politicizzazione della società. In questo quadro, caratterizzato da una grave stitichezza emotiva, l’unico modo per introdurre movimento e passione è iniettare paura. Continua a leggere

Dalla paura al mito di sé (terza parte)

La strategia di ampliamento semantico del concetto di sicurezza punta a un risultato immediato: far aumentare la domanda di sicurezza e, conseguente, far aumentare anche l’offerta. In base alla legge della domanda e della offerta, infatti, aumentando la domanda aumenta l’offerta. Soprattutto, in base alla stessa legge, aumentando la domanda aumenta il prezzo. Qual è il prezzo della sicurezza? Continua a leggere

Dalla paura al mito di sé (seconda parte)

Le conseguenze socio-politiche di cui sopra sono state rese possibili dalla combinazione di alcune condizioni anatomiche: l’ipotrofia della politica e l’ipertrofia della comunicazione. La metafora organica è di immediata evidenza: una regola ferrea della fisiologia è che “la funzione sviluppa l’organo”, che vuol dire che le dimensioni di un determinato organo umano aumentano in proporzione all’utilizzo dello stesso organo (si pensi al muscolo di un arto sottoposto a ingessatura e, conseguentemente, a immobilità per svariate settimane: al taglio del gesso si rivelerà atrofizzato e, dunque, ridotto nelle dimensioni e inutilizzabile). Continua a leggere