Attività

In questa pagina elenco alcune delle mie attività, esperienze, iniziative, ecc… realizzate nell’arco degli ultimi venti anni circa. E’ anche questo un modo per dire di me: alcuni, dopo aver visitato questo blog, mi scrivono e mi chiedono: “ok, ma concretamente, alla fine, che fai?” e allora con questa pagina, che nasce tanti mesi dopo le altre, provo a rispondere a questa domanda. Anche perchè mi rendo conto che all’esterno vengo letto in maniera dicotomica: chi mi conosce come libero professionista mi considera quasi esclusivamente formatore e supervisore; al contrario, chi mi ha conosciuto come cooperatore mi considera quasi esclusivamente dirigente e coordinatore.
Ho scelto di riportare in questa pagina soltanto le attività, esperienze, iniziative, ecc…  che mi sembrano più interessanti e indicative. Non ho inserito neanche alcun riferimento ai miei incarichi istituzionali o ordinari, quelli cioè riferiti alla mia ex cooperativa e questo perché questa pagina non deve essere considerata un curriculum (anche perché, a chi servirebbe?). Semmai un breve catalogo delle cose che ho fatto, che faccio, che mi piace fare.
Per quanto possibile procederò in ordine cronologico inverso, dalle cose più recenti a quelle più in là nel tempo.M

AIUTARE STANCA
E’ un percorso di supervisione IN gruppo tra operatori delle relazioni di cura, una occasione per concedersi uno spazio e un luogo per sé stessi in quanto professionisti, un luogo di riflessività consapevole su sé stessi, sulle proprie esigenze, sulle proprie modalità.

SEMINARI DI ANTROPOLOGIA DELLE PRATICHE DI CURA
Catalogo molto nutrito di seminari realizzati in giro per l’Italia…

LA SOSTA
Gruppo di incontro, evoluzione e crescita personale che da anni conduco insieme a Viviana Caputo.

SUPERVISIONE/CONSULENZA
Come scritto altrove in questo blog, mi occupo di sistemi, teorie e pratiche di cura. Dunque lavoro con e per organizzazioni, gruppi, servizi, enti che operano nel campo della cura delle persone e dei contesti (salute, educazione, istruzione, integrazione, accoglienza, prevenzione, promozione, ecc…). Il mio approccio è antropologico ed epistemologico. Uno dei focus principali, non l’unico, del mio lavoro di supervisione/consulenza è l’epistemologia clinica o qualcosa del genere.

EPISTEMOLOGIA OPERATIVA
Da tanti anni utilizzo una modalità di lavoro che un giorno ho scoperto essere molto simile alla epistemologia operativa ideata da Donata Fabbri e Alberto Munari.

COMUNITA’ DI PRATICA E DI APPRENDIMENTO
Ogni volta che posso, imposto il mio lavoro di supervisione/consulenza e formazione pensando al gruppo come a una comunità di pratica e di apprendimento e regolandomi di conseguenza.

KNOWLEDGE MANAGEMENT
E’ l’equivalente dell’esperanto nella miriade di linguaggi delle organizzazioni. Da anni lo propongo come paradigma di riferimento a tutti coloro che si occupano di formazione (e di management) all’interno delle proprie organizzazioni.

NURSING NARRATIVO
Corso di formazione di 48 ore al quale partecipano 20 infermiere dell’Istituto Tumori di Bari “Ospedale Oncologico Giovanni Paolo II”. Iniziato a maggio, termina ad ottobre 2012. Liberamente ed esplicitamente ispirato dal libro Medicina Narrativa di Giorgio Bert.

I PROCESSI COGNITIVI E CULTURALI DI COSTRUZIONE DELLO STEREOTIPO E DELLO STIGMA
Seminario di 6/8 ore realizzato nell’ambito del Progetto “COM.IN.ROM ITALIA – Accrescere le competenze degli operatori sul fenomeno Rom”, attuato nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Sicurezza per lo Sviluppo dal Consorzio Nova per conto del Ministero dell’Interno. Sino ad oggi il seminario ha avuto luogo a Napoli, Crotone, Catanzaro, Reggio Calabria, Messina, Catania, Palermo (2 volte), Bari, Lecce, Barletta e Foggia.

COM.IN.ROM
Dello stesso progetto di cui al punto precedente sono coordinatore regionale per la Puglia e dunque coordino le attività e i corsi che si tengono in 5 province.

RETI E SISTEMI PER IL KNOWLEDGE MANAGEMENT DELLE LEARNING ORGANIZATION
Lungo progetto formativo che, nel tempo, ha visto coinvolti i referenti della formazione di 4 importantissimi ospedali pugliesi: l’Istituto Tumori di Bari, il Policlinico di Bari, Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo e l’Ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti per un totale di circa 150 operatori tra medici, infermieri, tecnici, ecc…

BIO-GRAFIE
LABORATORIO DI APPRENDIMENTO ATTIVO SULLA COMUNICAZIONE DELLA DIAGNOSI
Esperienza laboratoriale realizzata presso l’Istituto Tumori di Bari con un gruppo di medici e durata circa 3 anni. Non un corso, ma un laboratorio di auto-apprendimento e di auto-consapevolezza sulle implicazioni soggettive e operative nelle comunicazioni infauste.

EPISTEMOLOGIA DELLA INSICUREZZA URBANA E STRATEGIE DELLA PAURA
In forme variamente definite e per un lungo periodo, ho tenuto seminari molto simili tra loro in materia di sicurezza urbana, controllo sociale, comunicazione strategica, trasgressione giovanile, ecc… Alcuni titoli e luoghi: “Dalla paura al mito di sè: politiche dell’insicurezza e controllo sociale” (Sesto San Giovanni – MI); “Dalla paura al fastidio: le politiche per l’insicurezza come nuova frontiera del controllo sociale” (Roma); “Abusivi dell’umanità – Rom, rumeni, migranti… tra sicurezza collettiva e fabbrica dell’odio” (Trani); “Comunicazione e percezione di insicurezza” (Bologna); “Creatività e aggregazione: una minaccia per le strategie della in-sicurezza” (Firenze); “Cura, salute e sicurezza” (Ancona); “Epistemologia della insicurezza urbana & sicurezza urbana partecipata” (Taranto, Potenza, Gallipoli, Trani, Gioia del Colle, San Severo, Policoro, Francavilla Fontana, Napoli); “Processi di stigmatizzazione della popolazione giovanile nelle politiche di sicurezza urbana” (Taranto, Potenza, Gallipoli, Trani, Gioia del Colle, San Severo, Policoro, Francavilla Fontana).

INTEGRAMURGIA – AZIONI DI ANIMAZIONE PER ATTIVARE UN PROCESSO DI CONVERGENZA TRA LE CULTURE GESTIONALI DI IMPRESA E QUELLE DEI SERVIZI PER LA SICUREZZA
Sono stato co-coordinatore del progetto di sicurezza partecipata IntegraMurgia, che si è svolto su un bacino di 17 comuni del sud-est della Puglia.

CAMPAGNA NAZIONALE INFORMATIVA SUGLI EFFETTI NEGATIVI PER LA SALUTE DERIVANTI DALL’USO DI SOSTANZE PSICOATTIVE
Su incarico del Dipartimento Nazionale per le Politiche Antidroga del Ministero del Welfare (Ministro Paolo Ferrero) ho co-coordinato la campagna di prevenzione e sensibilizzazione della popolazione adulta sull’importanza del ruolo genitoriale nelle politiche di promozione della salute. In particolare mi sono occupato dei rapporti con tutte le Regioni e con il Consorzio Universitario di Economia Industriale e Manageriale incaricato della valutazione della campagna. La campagna non è andata a termine per via della caduta del governo Prodi. Il successore di Ferrero è stato un certo Giovanardi. Lasciamo perdere.

WIRELESS E RACHIDA
Sono stato coordinatore di due progetti realizzati dalla Agenzia Pugliese di Intervento e Studio sulle Dipendenze Patologiche (L’Apis) per conto della Regione Puglia e del Dipartimento Nazionale Politiche Antidroga. Wireless e Rachida sono i nomi “commerciali” dei progetti “Progetto di prevenzione selettiva in materia di nuove droghe” e “Progetto per le persone migranti che hanno sviluppato dipendenze da alcol e sostanze stupefacenti”.

MUTAZIONI ANTROPOLOGICHE IN ATTO NEL TARGET DEGLI INTERVENTI SUI GIOVANI
Seminario liberamente ed esplicitamente ispirato dal libro I barbari di Alessandro Baricco, ma integrato con molte variazioni sul tema e realizzato a Varese, Roma, Milazzo, Trani.

DAIDALOS
Ho diretto un progetto biennale di formazione di professionisti della salute (impegnati nel campo della cura di minori dipendenti da alcool e da sostanze)  in Moldavia, Bulgaria e Romania, occupandomi personalmente della formazione in Moldavia e Romania.

G.R.U.P.P.O. GOVERNARE LE RISORSE UMANE PER PROMUOVERE ORGANIZZAZIONE
Bella esperienza di formazione/supervisione durata alcuni mesi e realizzata presso gli Uffici (del Ministero della Giustizia) per la Esecuzione Penale Esterna a Bari, Lecce, Foggia, Brindisi e Taranto.

LA RESTITUTIO AD INTEGRUM: IL MITO DELLA SALUTE E DELLA CURA
In forme e titoli variamente definiti ho tenuto decine di seminari (tra gli altri: Torino 2 volte, Senigallia, Roma più volte, San Giovanni Rotondo più volte, Perugia, Crotone più volte) sugli aspetti antropologici dei concetti di salute, di malattia e di cura, sia in termini generali che con riferimento a specifici focus o patologie (la dipendenza da gioco d’azzardo, per esempio, o la cura dei traumi da violenza subita).

FOR.C.E. – FORMAZIONE CONGIUNTA PER L’EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’
Ho co-coordinato il suddetto progetto, realizzato dal Consorzio Nova per conto del Ministero dell’Intero, che è consistito – tra le altre cose – in 66 corsi di formazione in 30 province meridionali.

CURARE CURARSI
Laboratorio-Corso di formazione per professionisti e volontari della cura, realizzato più volte in più località. Liberamente ispirato dal monito socratico Cura te stesso e dalle conseguenti riflessioni di Michel Foucault.

LA STANZA DEGLI SPECCHI
Laboratorio-Corso di formazione per professionisti e volontari della cura, sul rapporto tra identità, cura e reti di riferimento.

NARRAZIONI E PROFEZIE
Laboratorio-Corso di formazione, variamente declinato, per professionisti e volontari della cura sulla componente narrativa nelle pratiche di cura e sul rapporto tra narrazione e identità.

OBIETTIVO SUD
Per circa cinque anni ho co-coordinato le attività di informazione e sensibilizzazione alla popolazione meridionale sulle attività del Programma Operativo Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia curate dal Consorzio Nova per conto del Ministero dell’Interno. Concretamente ho co-diretto le iniziative  in materia di legalità e sicurezza, ho co-organizzato svariate conferenze regionali e nazionali, ho co-curato la presenza del PON Sicurezza a fiere nazionali e internazionali, ho co-organizzato concorsi e le iniziative nelle scuole, ho co-curato la pubblicazione della newsletter e delle altre pubblicazioni, ho co-elaborato i contenuti per il sito istituzionale del PON Sicurezza, ho co-coordinato le campagne mediatiche locali e nazionali, ho coordinato i cosiddetti Camper della Legalità (4 unità mobili, 4 équipe e 4 unità fisse in 4 Regioni per circa 600 tappe/animazioni in altrettante località meridionali).

GIO.RAP. – GIOVANI RAPPRESENTANZE ED EDUCAZIONE TRA PARI
Per 3 anni ho fatto parte della cabina di regia (in qualità di coordinatore della rete nazionale dei referenti regionali) del progetto GIORAP del CNCA (Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza). Il progetto, che ha coinvolto decine di organizzazioni, scuole e gruppi giovanili in tutta l’Italia, si è concluso con un evento al quale hanno preso parte circa 250 giovani e una cinquantina di operatori.

ABBRACCIAMI ANCORA UN PO’
“Mitico” laboratorio di empatia corporea che risale ai tempi della scuola per counselor (che ho coordinato e di cui sono stato docente per molti anni). Tantissime persone hanno preso parte ad almeno una delle tantissime edizioni di questo laboratorio. Ancora oggi, nonostante l’ultima edizione risalga a non pochi anni fa, ricevo messaggi e comunicazioni da loro.

STOP BURN OUT
Lunga esperienza di formazione e ricerca-intervento sul burnout (complessivamente quasi tre anni di attività) con circa 30 operatori dell’Istituto Tumori Bari.

SELF PROP NORD E SUD
Per 3 anni ho diretto le due versioni (nord e sud) del progetto Horizon del CNCA finalizzato all’inserimento lavorativo di persone disabili in nove regioni italiane.

COMUNICAZIONE ECOLOGICA – ALFABETIZZAZIONE EMOZIONALE – COUNSELING
Sono i 3 livelli successivi di formazione di Macroscopio e della Società Italiana di Bio-Sistemica con la quale ho lavorato per quasi dieci anni. Centinaia e centinaia di persone, decine di classi, tante città.

Mi fermerei qui… alla fine è diventato davvero una specie di curriculum!
E allora visto che è andata a finire così, aggiungo che non ho messo tante cose, non ho parlato della mia attività (ormai abbandonata) di progettista, delle mie attività nei progetti europei e non ho detto che ho lasciato tracce consistenti di me (professionali) in Bosnia Erzegovina, Grecia, Spagna, Francia, Belgio, Germania, Macedonia, Bulgaria, Romania, Moldavia, Brasile (non so se ho dimenticato qualcosa).

Annunci
1 Commento

One thought on “Attività

  1. E’ possibile conoscere dove e il tema dei suoi prossimi interventi o convegni o percorsi formativi da lei organizzati?Mi interessa per capire se posso parteciparvi.
    la ringrazio
    paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...