L’ultimo a partire

WhatsApp Image 2019-08-25 at 11.10.15L’ultimo a partire, in questa famiglia, è il figlio più piccolo. Il figlio più piccolo cresce più in fretta degli altri e, anche se parte per ultimo, parte prima degli altri. Sfrutta la scia, incassa la rendita di posizione, la sua postura è più ergonomica, gli avversari sono invecchiati.

L’ultimo a partire, in questa famiglia, è il figlio più alto. Sua madre ha una inversione paracentrica a un cromosoma e quindi non potrebbe avere figli. Ne ha avuti tre, invece, di sana e molto robusta costituzione. Tre gladiatori del circo genetico, l’ultimo dei quali ha appena preso il treno del suo primo lungo viaggio.

L’ultimo a partire, in questa famiglia, trasforma irrimediabilmente questo mondo famigliare: se ogni forma è definitoria (eppure mai definitiva), quest’ultima ci definisce. Non ci finisce, certo, ma ci definisce. È un tempo buono, questo presente, per capire come sarà il futuro, come non potrà non essere.

L’ultimo a partire, in questa famiglia, lascia un sentore di orzata e menta, di zie e di nonne, di caramelle Valda. Porta con sé, senza saperlo, suo padre a quindici anni e un’idea di potenza appena scalfita dalle prime ansie. “Guarda fuori dal finestrino”, solo questo.

3 thoughts on “L’ultimo a partire

  1. Grazie Felice.

    “Avere un sacco dove mettere dentro ciò in cui mi imbatto, a condizione che si metta anche me dentro un sacco. Trovare, incontrare, rubare, invece di regolare, riconoscere e giudicare. Perchè riconoscere è il contrario di incontrare. Giudicare è il mestiere di molta gente, e non è un bel mestiere, ma è anche l’uso che molti fanno della scrittura. Meglio essere uno spazzino che un giudice. Più uno si è ingannato nella vita, e più da lezioni; non c’è che uno stalinista per dare lezioni di antistanilismo ed enunciare le “nuove regole” “.
    […]
    ( G. Deleuze e Claire Parnet – Conversazioni )

    Che il tuo tempo sia prospero e sereno.

    Mauro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...